Linea di Frontiere 2020: Come sopravvivere al nuovo mondo

Frontiere è un laboratorio di idee che nasce dall’esigenza di creare un confronto su tutte quelle tematiche metapolitiche ormai da troppo tempo sottovalutate o, addirittura, ignorate a favore di un dilagante economicismo che, come un golem, ha fagocitato ogni dibattito favorendo un dilagante vuoto di pensiero.

Solo qualcuno non è caduto in questa enorme trappola ed ha continuato a lottare per creare e divulgare una visione del mondo che andasse oltre le mille abbaianti sfaccettature del pensiero unico liberale e mondializzato.

Questo è il nostro primo convegno, ad un anno dalla nascita; abbiamo deciso di occuparci di Come sopravvivere al nuovo mondo perché quest’ultimo periodo, emergenza Covid inclusa, rappresenta una sorta di linea di faglia tra l’anomia culturale ed intellettuale, creata ormai da tempo ma accelerata da una costruita emergenza autoritaria e la necessità di ricostruzione nella quale i singoli possano impegnarsi collettivamente.

Programma

15:00 – 15:10 APERTURA LAVORI E PRESENTAZIONE
15:10 – 15:40 De vinculis o sull’impossibilità di operare scelte
Maria Micaela Bartolucci
15:40 – 16:25 Lo specchio dell’odio: I miti contemporanei come damnatio hominum
Il Pedante
16:25 – 17:10 La scienza come instrumentum regni in 10 facili lezioni
Paolo GIbilisco
17:10 – 17:30 Pausa caffè
17:30 – 18:15 Lo stato di eccezione permanente: dalla biopolitica alla zootecnia
Pier Paolo Dal Monte
18:15 – 19:00 Il mondo dopo il covid: geopolitica della pandemia
Paolo Borgognone
19:00 – 20:00 Prospettive di ricostruzione: tavola rotonda, partecipazione di Barbara Tampieri

Moderatore: Massimiliano Perrone

Prevendita

La prenotazione, data la situazione legata al Covid, è estremamente consigliata ed è effettuabile entro il 31 ottobre su piattaforma Eventbrite.

Come raggiungerci

In collaborazione con…

lo
ciao